Tutti i passi per adottare un levriero rescue

I levrieri rescue sono cani straordinari, compagni di vita intelligenti, sensibili e fortemente resilienti.

Grazie a un forte equilibrio, nonostante un passato di sfruttamento, i levrieri riescono a recuperare e infatti, molti di loro vengono inseriti in famiglie con la presenza di bambini a volte anche piccoli, oppure in presenza di altri cani e gatti, facenti già parte del nucleo, collocati sia in case di campagna o contesto cittadino.

Tutto ciò avviene sempre grazie ad una attenta valutazione del soggetti da parte dei
volontari irlandesi o spagnoli.

Le tipologie dei nostri rescue sono :
Il Greyhound, o levriero inglese a pelo raso, è un cane da caccia a vista. È il cane più veloce, e se ben allenato può raggiungere i 63 km/h come velocità media in gara (457 metri con partenza da fermo), e i 72 km/h come massima velocità nei rettilinei.

Il Galgo español, nome estroso per il levriero spagnolo, cane a pelo raso o semi ruvido o ruvido, in origine utilizzato come cacciatore di conigli, volpi e lepri. Da “classico” levriero, è molto veloce e resistente, insegue le prede a lungo e a distanza. Di conseguenza con le caratteristiche del predatorio , in realtà molti di loro vengono sottoposti ad appositi test gatti/ cani di piccola taglia, direttamente dai volontari dei rifugi ai quali la nostra associazione Levrieri Piemonte odv si appoggia, permettendo
così un inserimento adeguato, in famiglie che possiedono queste particolarità, le quali verranno attentamente seguite e consigliate dai referenti della nostra associazione.

I levrieri rescue, non hanno bisogno di spazi enormi, l’associazione Levrieri Piemonte odv, non assegna i propri levrieri a famiglie che potrebbero ospitare i cani solo ed esclusivamente in ambienti esterni. Si sottolinea sempre, “NON SONO CANI DA DIVANO“, solamente perché ritirati dalle corse o dalla caccia, devono quindi condurre una vita adeguata come ogni cane dovrebbe avere.
Devono svolgere quotidianamente passeggiate ed essere condotti sovente in aree sgambo in assoluta sicurezza.

Come specificato nel nostro questionario di adozione i galgo e i greyhound rescue dell’associazione Levrieri Piemonte odv NON devono MAI essere lasciati liberi come da (ordinanza del ministero della salute) , in aree non recintate.

Qual è la procedura per adottare un levriero?

La procedura di adozione di un levriero rescue è molto importante e deve essere applicata con scrupolo.
La maggior parte di loro hanno un vissuto molto duro, per questo motivo deve essere eseguito un corretto inserimento nel contesto familiare. FONDAMENTALE. la scelta consapevole dell’adozione, pur partendo da un coinvolgimento emotivo.

Richiesta di adozione

Il primo passo per l’adozione è la compilazione del Modulo di adozione pubblicato sul
nostro sito. Questo modulo ci consente di raccogliere informazioni utili e comprendere le abitudini
della futura famiglia adottiva dei nostri nasoni. L’associazione Levrieri Piemonte odv, lascia libertà alle famiglie nell’esprimere la propria preferenza per un cane rispetto ad un altro , qualora una volta ritenuta idonea la famiglia e quindi aver superato il preaffido, sia compatibile in base alle caratteristiche.
Questa valutazione ci permette di garantire il benessere del cane e degli altri animali già presenti nel nucleo familiare e il buon esito dell’adozione. Buon esito, che per noi si realizza con la costruzione di un rapporto affettivo positivo che arricchisce sia la vita del levriero che della famiglia adottiva.

Colloquio e visita pre-adozione

Alla richiesta di adozione attraverso il modulo, segue un colloquio telefonico per approfondire motivazioni, situazione famigliare, contesto e stile di vita della famiglia adottante.
È il primo passo per conoscervi e permettere a voi di conoscere la nostra associazione. Se dovesse esserci una richiesta particolare per un cane e al colloquio telefonico riscontriamo che potrebbe essere il cane ideale per il vostro contesto , il levriero è considerato “IN CORSO DI PRENOTAZIONE” e da quel momento non viene proposto ad altre famiglie.
Anche sul sito compare la dicitura “IN CORSO DI PRENOTAZIONE”, accanto al nome del cane.
In caso di esito positivo, concordiamo con voi una visita pre-adozione a casa vostra, decisiva per completare l’iter.

Lo scopo della visita è verificare se esistono le condizioni per l’adozione e quale sia il levriero più adatto alla famiglia. La valutazione tiene conto di fattori come la presenza – di altri cani e le loro specifiche caratteristiche – o di gatti. Osserviamo la composizione del nucleo familiare, se ci sono bambini, lo stile di vita, l’esperienza nella gestione di cani e dei levrieri in particolare.
Il nostro obiettivo principale, infatti è poter offrire ai nostri levrieri la condizione ideale che sarà non solo di donare felicità, ma innanzitutto di riceverne. Se la visita ha esito positivo, per noi e per voi, verrà valutato prima se il levriero prescelto inizialmente da voi possa essere idoneo, altrimenti verrà proposta un’alternativa che l’associazione riterrà ideale per la vostra famiglia.
Il galgo, il greyhound o il lurcher che si inserirà adeguatamente.

Che cosa accade una volta ritenuti idonei all’adozione?

Una volta che si è ritenuti idonei all’adozione, se era già stato precedentemente richiesto un levriero in particolare, valutando l’eventuale esito positivo di compatibilità con il nucleo famigliare , comparirà la voce “PRENOTATO” di fianco al nome del cane prescelto.
Se invece non era stata segnalata alcuna preferenza, verrà prescelto insieme il soggetto idoneo.
Verrà richiesto un rimborso spese per il viaggio del vostro cane, Questo avverrà SOLAMENTE una volta confermata la partenza con il permesso convalidato dalle asl di appartenenza irlandesi o spagnole e allegato traces. Vi informiamo che il rimborso spese verrà documentato con ricevuta e potrà rientrare come erogazione detraibile dalla dichiarazione dei redditi.
Tutti i nostri levrieri arrivano in una struttura idonea fornita di permesso asl e codice zoologico.
Sarà presente all’arrivo un nostro veterinario, il quale controllerà lo stato di salute e procederà al controllo del microchip ad ogni singolo soggetto.

Richiedi informazioni

4 + 3 = ?